Majestic NFL fa funzionare l’alchimia tra American Sports e lifestyle fashion

Majestic_07

Majestic Athletic: il grande heritage sportivo Americano piace anche agli europei. Grazie a NFL, di cui è licenziatario dal 1988, che mixa lo spirito ”American Sports” con il fashion hip hop. Abbiamo intervistato Mark Underwood, managing director Majestic Athletic EMEA, dopo il loro show al Bread’n’Butter di gennaio.

Brand Jam: qual è l’essenza del brand Majestic?

Mark Underwood: Majestic Athletic è letteralmente “ Home of American Sportswear”, il paradigma dello sportswear Americano. Lo è dal 1976; molti altri brand vantano la stessa offerta “retro” e ispirata agli sport universitari, ma solo Majestic è autentico e credibile.

B. J.: puoi spiegarci la storia di Majestic in 160 caratteri?

M.U.: da azienda di maglieria a Tampa, specializzata in maglie per le squadre universitarie di baseball , a brand globale dal fatturato multimilionario. Dal 98 con i diritti NFL ha fornito a milioni di clienti il sogno dell’ American Sport duro e puro, tra moda e sportswear. Sono 269 caratteri…

B.J.: quanto hanno influito il mood street e la cultura sportiva sullo sviluppo Majestic NFL in Europa?

M.U.: direi che la diffusione dell’entusiasmo per l’American Sports – e NFL in particolare-ed il nostro successo vanno di pari passo, da 35 anni. Sviluppiamo in Europa tutti i nostri prodotti NFL per il mercato europeo, in modo tale da rispondere a gusti specifici, tenendo in considerazione i trend locali, ed lo specifico mix tra cultura e sport. Uno dei nostri pezzi iconici, la “varsity jacket” , è diventata un must-have per i fashionistas in tutta Europa.

B.J.: a proposito del business NFL in Europa. A che punto è il programma, e dove volete arrivare?

M. U. la linea Majestic NFL è esplosa negli ultimi due anni, non solo presso i consumatori più orientati al fashion, ma anche grazie ai fan NFL, che vogliono rappresentare il proprio team con stile e orgoglio.
La nostra strategia per l’Europa passa attraverso un crescente spazio in-store e online presso i nostri clienti. Urban Outfitter, Asos e i department stores stanno registrando vendite eccellenti, ma vogliamo consolidare le nostre posizioni con sempre più corner e concessioni.
Sul prodotto continureremo ad aggiungere nuovi team al nostro mix, per accontentare sia acquisti basati sulle squadre sia basati sui colori.
Investiamo anche nel nostro network di brand ambassador, che è una combinazione di sportivi, artisti, DJ e musicisti.

B.J.: prodotto per fan vs. abbigliamento lifestyle. Come differenziate la line NFL?

M.U.: abbiamo due distinte linee di prodotto. Il filone fashion è caratterizzato da fit e modelli più trendy, con stampe e applicazioni, lo sportivo è più tradizionale. Sono due modelli di consumo differenti: il primo target consumatori predilige il contenuto e non necessariamente la squadra, mentre il fan è leale ai colori del team.

B.J.: NFL dispone di 32 squadre. Come gestite il mix collezione per collezione?

M.U.: NFL è un brand storico, ed alcuni team sono assurti addirittura a brand di per sé. Generalmente abbiamo 2 collezioni base ogni anno, con una miscela di squadre dai colori e icone altamente riconoscibili, come gli Oakland Raiders e i Green Bay Pacjers. A questi aggiungiamo altre squadre sulla base dei colori di tendenza, o squadre particolarmente rilevanti nell’anno, che magari sta avendo un picco di popolarità. Il mix è in continua evoluzione, perché dobbiamo soddisfare una clientela particolarmente esigente, e nel contempo dobbiamo accontentare i fan più duri.

B.J.: per chi pensa che NFL sia un brand puramente americano: quali sono state le reazioni dei clienti europei sinora?

M.U.: L’Europa ha registrato un successo commerciale stupefacente in questi ultimi due anni, e ci aspettiamo che il consolidamento della distribuzione continui questa tendenza per i prossimi anni.
NFL ha sempre avuto un seguito molto forte in Europa, particolarmente in UK, Germaina, ma stiamo ora incrementando anche i mercati comel’Italia, la Francia e la Scandinavia. Con una copertura televisiva sempre più completa, e con le partite europee che dall’anno scorso NFL organizza a Londra, non potremo che crescere ancora.

B.J.: qual è il profilo del vostro target?

M.U.: il core target Majestic NFL è tra i 18 e i 25 anni, ama lo sport, la musica e la moda; estremamente connesso e ama i social network e i media digitali.